Instagram rimuove il numero di LIKE dai post

Instagram rimuove il numero di LIKE dai post

Instagram ha annunciato che sta conducendo un test su alcuni utenti in Canada a cui ha rimosso la possibilità di vedere il numero totale di LIKE nei post di foto e video. Ovviamente sarà sempre possibile cliccare sul cuoricino e dimostrare il proprio apprezzamento per un determinato contenuto, ma il conteggio totale sarà visibile solo al titolare dell’account e non ai visitatori.
Se la fase di test verrà superata e la modifica diventerà ufficiale, questo passaggio rappresenta una piccola rivoluzione – significativa per Instagram e forse vitale per Facebook.

Qual è la valenza del conteggio dei LIKE su Facebook e su Instagram?
Per gli è utenti è quella della validazione sociale, vale a dire quella necessità di conferma che, essendo noi umani animali sociali, inconsciamente cerchiamo quando dobbiamo esprimere una valutazione o un giudizio. Un personaggio famoso attira perchè ha successo, un ristorante popolato è più appetibile rispetto ad uno semi-deserto, un capo di abbigliamento è più trendy se lo indossano tutti invece che pochi: la popolarità di una scelta ci fornisce sicurezza, garanzia, affidabilità e soprattutto ci fa sentire parte del branco – mentre la diversità porta istintivamente (purtroppo) alla diffidenza ed all’esclusione.
Per i brand ed i creatori di contenuto è una metrica importante per valutare l’efficacia di un post, il riscontro su un particolare argomento di una linea di comunicazione e soprattutto per confrontare i risultati. Sebbene dopo le recenti modifiche degli algoritmi di pubblicazione, soprattutto su Facebook, i LIKE abbiano perso rilevanza rispetto alle interazioni (commenti e condivisioni), per le pagine business ed i profili personali rimangono un punto fermo per conteggiare la fidelizzazione del pubblico al proprio canale social, o meglio, i Segnali di Apprezzamento – come li ha definiti @Skande in questo suo interessantissimo post.

Detto questo, però, sappiamo anche bene che una strategia social fatta esclusivamente per attirare LIKE e non per creare una community interessata ai nostri contenuti non porta da nessuna parte. Il fenomeno dei LIKE e dei followers comprati, la rincorsa a superare le migliaia, poi le decine di migliaia e poi le centinaia di migliaia di seguaci e gli innumerevoli account (soprattutto su Instagram) che fanno voto di scambio – io seguo te e tu segui me, hanno falsato queste metriche e hanno distratto i brand da quello che deve essere il principale e forse unico obiettivo, ovvero fare una comunicazione efficace e di qualità del proprio prodotto o servizio.
Le stesse piattaforme social sono diventate schiave di questa logica e mentre su Instagram la mancanza dell’hotlink (il link cliccabile direttamente) ha mantenuto il fenomeno in proporzioni ancora accettabili, su facebook il risultato è stato un drastico e drammatico abbassamento della qualità dei contenuti e una perdita di interazioni che anche i numeri del 2019 sanciscono come inesorabile. I numeri di Fb sono quantitativamente interessanti, ma la qualità è sempre più bassa e la fascia 14-25 ormai se n’è andata e non solo non ha un profilo, ma spesso non ha nemmeno l’app installata.

Un mondo (social) senza conteggio dei LIKE quindi non può che essere un mondo migliore.

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart